ANATOMIA

La caviglia è un’articolazione importante e complessa allo stesso tempo. E’ quella che ci consente di mantenerci in piedi e di camminare.

Gli elementi anatomici che la compongono sono:

OSSA

  • tibia
  • perone
  • astragalo

LEGAMENTI

  • peroneo-astragalico
  • tibio-astragalico

CAUSE

Le principali cause di frattura della caviglia sono:

  • Torsione della caviglia
  • Forte rotazione della caviglia
  • Trauma indiretto da caduta
  • Trauma diretto da colpo o incidente

TIPI DI FRATTURA

Vi sono diversi tipi di frattura dei malleoli che variano a seconda che siano COMPOSTE o SCOMPOSTE e che siano ARTICOLARI o EXTRARTICOLARI

IN queste prossime immagini si può vedere la differenza tra quelle composte e quelle scomposte.

SINTOMATOLOGIA

Poiché una grave distorsione alla caviglia può avere la stessa sensazione di una caviglia rotta, ogni lesione alla caviglia dovrebbe essere valutata da uno specialista ortopedico

I sintomi comuni per una caviglia rotta includono:

  • Dolore forte e intenso
  • Gonfiore più o meno esteso
  • Ematoma cutaneo e/o rossore
  • Dolore alla palpazione
  • Difficoltà alla deambulazione
  • Modificazione della forma della caviglia maggiormente se è lussata

DIAGNOSI

LAddove lo specialista ritiene che ci sia un sospetto di frattura provvederà ad effettuare una serie di esami strumentali:

  • RADIOGRAFIA – è una tecnica diagnostica più comune e ampiamente disponibile e facile da eseguire.
  • TC (Tomografia computerizzata) – questo tipo di esame può identificare meglio una lesione e produrre immagini molto ben definite e anche una ricostruzione in 3D in modo che lo specialiste può avere informazioni precise
  • RM (Risonanza magnetica) – è un’indagine supplementare che può trovare indicazione laddove lo specialista sospetta anche delle lesione dei tessuti molli compreso i legamenti

TERAPIA

Le fratture del malleolo – tibiale o peroneale o bimalleolare – possono essere trattate in base alla loro classificazione. Le fratture di piccole dimensioni e composte possono essere trattate con apparecchio gessato oppure con tutori particolari.

FRATTURE SCOMPOSTE – sono curate con l’intervento chirurgico. La tecnica dipende dal tipo di frattura

Categorie: Medicina

Dr. Luigi Grosso

Chirurgo Ortopedico - Chirurgia e Artroscopia Spalla e Gomito - Polso Mano

0 commenti

Lascia un commento